- Report Seminari e Corsi -

Scrivere di penna e di tastiera
Seminario condotto da Ada Ascari
10-12 luglio 2015

Report di Ada Ascari

Il seminario che si è svolto ad Anghiari dal 10 luglio è stato forse uno dei più anomali promossi dalla Libera Università.
Apparentemente non si parlava esplicitamente di autobiografia, ma il tema autobiografico era comunque presente anche solo per il fatto che ciascuno dei partecipanti si occupa di autobiografia e cercava le modalità migliori per poter valorizzare testi raccolti, scritti o recuperati in progetti, laboratori o interessi personali.

Come conduttrice ho cercato nello svolgimento del seminario di mantenere la metafora del cucinare e quindi nel pomeriggio di venerdì si sono esaminati gli ingredienti che compongono un testo, ma soprattutto ciò che serve ad una revisione accurata dopo che si sono superate le fasi di progettazione e redazione.
Ci siamo messe (parlo al femminile nonostante la presenza di un rappresentante del sesso maschile) nei panni di un editor e abbiamo passato in rassegna tutte le competenze necessarie a una revisione del testo, per realizzare un prodotto curato nella forma e nel contenuto.
Ci siamo anche cimentate nella revisione di un estratto di un testo autobiografico uguale per tutti e subito si sono evidenziate le differenze di approccio: intervenire, come? quanto? perché?
C’era chi avrebbe voluto buttare ogni cosa nel cestino sconsigliando l’autore ad andare avanti e chi si metteva nei panni di chi desiderando scrivere di sé ha bisogno di una guida che lo indirizzi, senza sopraffarlo, rispettando errori e punti di vista.
Abbiamo parlato di lessico e di grammatica, di sintassi e di relazioni gerarchiche tra le varie parti del testo.

Sabato si è cominciato a lavorare con il computer e ci siamo trovati catapultati nella “Babele dei SoftWare”, che ci ha fatto capire quanto la tecnologia, anzi le diverse forme di tecnologia influenzino il lavoro di chi ha bisogno di operare una revisione linguistica e strutturale.
Siamo riuscite a sperimentare gli stili da applicare al testo, a sistemare i titoli e collegarli agli indici, a formattare una pagina con le misure e i margini stabiliti da noi stesse. Abbiamo forzato l’uniformità di Word per personalizzare ciò che andava disposto sulla pagina.
Abbiamo inserito immagini differenziando i formati tra la stampa e la pubblicazione sullo schermo.
Nella calura di una giornata estiva siamo riuscite a creare paratesti convincenti, provando a scrivere una quarta di copertina, riflettendo sull’importanza del titolo e della copertina.

Domenica infine ci siamo dedicate a tutto ciò che concerne la diffusione del testo, sia esso stampato o digitale (libro versus eBook), abbiamo cercato di capire come volgere a nostro favore i social network (facebook, twitter e Linkedin per es.) per far conoscere la nostra opera.
Poi come gestire un contratto di edizione, quali sono i diritti sulle vendite e quali canali di vendita si possono usare.

Nei tre giorni del seminario abbiamo capito come confezionare una bella torta, degna di un grande pasticciere, o come cucire un vestito degno del contenuto al nostro testo che era arrivato grezzo e senza forma sui tavoli del seminario.
Una cavalcata attraverso mezzi ed opportunità per realizzare un contenitore che possa valorizzare un testo, soprattutto autobiografico.

COME ASSOCIARSI

Diventa socio della Libera Università dell’Autobiografia
di Anghiari!

Una comunità di scrittori e scrittrici di sé e per gli altri.

Sostieni la LUA e scopri tutti i vantaggi di essere socio:

CONTATTI LUA
  • Piazza del Popolo, 5
    52031 Anghiari (AR)
  • (+39) 0575 788847
  • (+39) 0575 788847
  • segreteria@lua.it