Recensione di Carmine Lazzarini


In una fase di “buona scuola”, ma anche di episodi allucinanti, a Padova si compie una ricerca, nata nelle sue linee metodologiche in un corso Morphosis-Mnemon della LUAA, che ci consegna un volume pieno di soggetti, – studenti, insegnanti, dirigenti, personale non docente – ricco di memorie, di vissuti, di lotte, di delusioni e speranze, di dialoghi e discussioni, di questi quarant’anni  del Liceo “Cornaro” di Padova. Si è partiti da 32 interviste autobiografiche di chi ha vissuto, costruito, trasformato la scuola. Una scelta non scontata. Qui si è scelta la strada della cultura della memoria, del dialogo, dei giudizi scaturiti da esperienze esistenziali, gioiose o sofferte, del racconto dei vissuti dei protagonisti.
Non “clienti”, “minori”, “utenti”, o al “personale scolastico”, ma soggetti, individualmente contattati ed ascoltati, poi fedelmente trascritti, valorizzati in quanto esseri singoli, con una propria storia e cultura, una visione dell’educazione e della vita: “Nelle biografie ha trovato spazio la convivenza tra la valorizzazione della soggettività e la dimensione sociale dell’esperienza scolastica che ognuno ha raccontato dando forma all’immagine di Bauman ‘individualmente insieme’” (Lucia Tomasoni). Ne emerge un grande senso di appartenenza, senza rinunciare alla propria irriducibile singolarità.
Dal 1978 ad oggi, nelle svariate fasi di trasformazione della scuola e della società, queste generazioni di dirigenti, docenti e studenti hanno saputo compiere un arduo esercizio di equilibrio, tra l’essere “nuovi” e il muoversi dentro una tradizione, fino a costruire il “mito” del “Cornaro”. Preziosissimi gli esempi di esperienze educative e didattiche in cui si è innovato tenendo alto lo spessore culturale della scuola. Difficile? In una intervista si dice: “L’alternativa al difficile non è il facile, ma il coinvolgimento più attivo degli studenti che li faccia diventare meno passivi e più protagonisti”.
Queste storie sono pregne di futuro. Molte scuole d’Italia dovrebbero seguire un percorso come quello di Padova, dove le storie-testimonianze di tutte le componenti sono state accolte, salvate dalla polvere degli anni, onde arricchire l’identità dei “luoghi educativi”, dando nutrimento a un rinnovato progetto di “essere scuola”.

Titolo: Il Cornaro si racconta. Storia di una scuola a più voci
a cura di Lucia Tomasoni
Edizioni: CLEUP
Anno: 2018
Luogo: Padova

COME ASSOCIARSI

Diventa socio della Libera Università dell’Autobiografia
di Anghiari!

Una comunità di scrittori e scrittrici di sé e per gli altri.

Sostieni la LUA e scopri tutti i vantaggi di essere socio:

CONTATTI LUA
  • Piazza del Popolo, 5
    52031 Anghiari (AR)
  • (+39) 0575 788847
  • (+39) 0575 788847
  • segreteria@lua.it