In - Ultime notizie

Oltre sessanta rappresentanti e docenti di Università popolari e della terza età di ogni parte d’Italia hanno partecipato al seminario “L’autobiografia come strumento di crescita personale e sociale”, tenuto on-line dalla Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari mercoledì 25 e giovedì 26 novembre in collaborazione con UNIEDA – Unione Nazionale di Educazione degli Adulti (www.unieda.it).

Inserito nel progetto UNIEDA “L’altra scuola si fa in strada”, orientato allo sviluppo del volontariato e alla valorizzazione della cultura delle diversità, il seminario ha posto al centro della riflessione il ruolo della scrittura nell’educazione degli adulti e nella cura delle buone pratiche rivolte a sostenere l’incontro con l’altro.
“Dopo aver lanciato le Università di Strada in cinquanta città italiane – ha dichiarato il presidente UNIEDA Francesco Florenzano – abbiamo ideato questo nuovo progetto allo scopo di dare maggiore spazio al bisogno di inclusività ancora inespresso”.

Nasce da queste premesse l’incontro con la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari che ha portato all’organizzazione dell’evento, salutato dalla sua presidente Stefania Bolletti come un momento di proficuo incontro tra due realtà culturali di rilevanza nazionale.

Nel corso delle circa sei ore complessive previste dal programma, dopo l’introduzione di Duccio Demetrio (Il pensiero di sé tra istinto e cultura), la stessa Stefania Bolletti, Donatella Messina e Roberto Scanarotti hanno tenuto viva l’attenzione dei numerosi partecipanti offrendo loro un ampio sguardo sui modelli esperienziali e sulle metodologie autobiografiche e biografiche della LUA. Fondamentali della scrittura autobiografica e declinazioni della scrittura di sé sono stati i temi trattati dalla docente e vice presidente LUA Donatella Messina; canone autobiografico e biografie di comunità quelli curati da Scanarotti, che di questo seminario è stato anche coordinatore, mentre Stefania Bolletti, oltre alla presentazione della LUA, ha proposto un’ampia riflessione sul valore memoriale dei luoghi. Oltre alla teoria, naturalmente, i relatori non hanno fatto mancare momenti di approccio pragmatico coinvolgendo i partecipanti in alcune sollecitazioni di scrittura risultate particolarmente gradite.

Nel complesso, questa esperienza formativa di Lifedeep learning ha fatto registrare piena soddisfazione da parte di tutti gli attori coinvolti, ugualmente fiduciosi di poter creare, non appena la pandemia lo consentirà, nuove e proficue occasioni di collaborazione e di progettualità.

Articoli recenti

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

COME ASSOCIARSI

Diventa socio della Libera Università dell’Autobiografia
di Anghiari!

Una comunità di scrittori e scrittrici di sé e per gli altri.

Sostieni la LUA e scopri tutti i vantaggi di essere socio:

CONTATTI LUA
  • Piazza del Popolo, 5
    52031 Anghiari (AR)
  • (+39) 0575 788847
  • (+39) 0575 788847
  • segreteria@lua.it