In

“SCRIVERE DI SÉ AI TEMPI DEL CORONAVIRUS”

è la denominazione del Progetto Nazionale promosso dalla Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (LUA) realizzato nel 2020, in occasione della prima chiusura per Covid. Come potrete leggere più diffusamente nel Progetto, l’intento è stato quello di promuovere la scrittura di sé come “strumento per incrementare la propria fiducia nella vita e la propria resilienza. Che si tratti di una pagina di diario, di una lettera e/o anche di un post sui social, la scrittura aiuta a riordinare i pensieri che affollano la mente di molti.” Proprio nel momento in cui ci si è trovati nella condizione di sospendere decine di attività formative, di seminari, laboratori e proposte autobiografiche in presenza, la LUA, con questo progetto ha voluto rappresentare un possibile punto di riferimento a distanza per consentire a bambini, adolescenti, adulti e anziani di lasciare una traccia di sé, dei propri vissuti e delle proprie esperienze, nonostante la forzata reclusione nelle proprie abitazioni.

Più di 800 persone hanno aderito alla proposta, inviando 1174 contributi (pensieri e riflessioni, lettere, fiabe, diari, poesie e immagini) all’indirizzo caraluatiscrivo@gmail.com, parte dei quali sono stati pubblicati sul web e sui canali social della LUA. Anche in occasione delle Giornate culturali Lua (settembre 2020), un’ampia selezione dei testi ricevuti ha tappezzato le vie del borgo storico di Anghiari, accompagnate da un evento di lettura pubblica dei testi. Oggi, un’ulteriore selezione delle scritture è stata raccolta nel volume “Scrivere di sé ai tempi del Coronavirus” edito da Mimesis nella Collana “Quaderni di Anghiari”, curato dalle coordinatrici del progetto Marilena Capellino e Sara Degasperi, con una prefazione dello scrittore Paolo Di Paolo.

Cliccando qui è possibile leggere l’introduzione di Giorgio Macario al volume dedicato: autrici Marilena Capellino – Sara Degasperi e la Recensione di Mariella Bo cliccando qui

Scarica il progetto in PDF cliccando qui

CARA LUA TI SCRIVO… – SCRITTURE DONATE –

Avviamo in questa sezione del progetto la condivisione di  SCRITTURE DONATE A TUTTI NOI DA SCRITTORI, POETI ED INTELLETTUALI che, in un momento così particolare, hanno voluto esprimere la loro vicinanza a questa iniziativa nazionale promossa dalla LUA.

___________________________

TUTELA DELLA PRIVACY
Chi sceglie di partecipare e di inviare le proprie scritture autorizza la LUA all’utilizzo delle medesime per la condivisione sulla pagina FB, per il Festival 2020 e/o per l’eventuale pubblicazione relativa; sarà cura di chi invia indicare con quali dati (nome e cognome, solo nome…) vuole essere identificata/o nella condivisione.

Eventuali altri dati che possono accompagnare l’invio -relativi all’età, al sesso e al luogo di provenienza della scrittura- si utilizzeranno soltanto in fase di raccolta per conoscenza statistica.

Le singole scuole che aderiscono al progetto individueranno le modalità di liberatoria delle scritture stesse e invieranno esclusivamente i dati degli studenti che la LUA potrà utilizzare, contestualmente all’ordine di classe di appartenenza; i contenuti inviati da minori non mediati da adulti saranno riportati come anonimi.

Articoli recenti
Commenti
  • vincenza sgarro
    Rispondi

    Cara LUA grazie. Io sono Vincenza, settanta due anni, in casa con mio marito Giampiero, anche esso LUA.
    Ho ripreso l’abitudine di scrivere un diario giornaliero. Anche questo è un dono della LUA. Tutti i giorni a fine giornata prendo il mio bellissimo quaderno e scrivo una o due pagine, trascrivendo anche brani o poesie che durante il giorno ho letto e che mi hanno sollecitato riflessioni. Sto suggerendo anche ad amiche e amici e altri di scrivere, a mano, almeno cinque minuti al giorno.
    in questi giorni ho letto. “Momenti di essere” di Virginia Woolf, ” A un cerbiatto somiglia il mio amore” di Grossman, “L’intelligenza spirituale” di Corrado Pensa, nel frattempo mi accompagnano le poesie di Franco Arminio. Mi tengo in contatto via Skype con le mie narratrici, con il prezioso bagaglio di competenze acquisite in Klinè. In fondo alla giornata tutto il mio vissuto, fatto di ansia, di attesa, di mancanze, di relazioni più profonde tenute vive attraverso il telefono e la relazione con mio marito, finisce condensata in poche righe, sul mio quaderno, dono di Valentina una mia giovane amica.
    A presto cara LUA

Rispondi a vincenza sgarro Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

COME ASSOCIARSI

Diventa socio della Libera Università dell’Autobiografia
di Anghiari!

Una comunità di scrittori e scrittrici di sé e per gli altri.

Sostieni la LUA e scopri tutti i vantaggi di essere socio:

CONTATTI LUA
  • Piazza del Popolo, 5
    52031 Anghiari (AR)
  • (+39) 0575 788847
  • (+39) 0575 788847
  • segreteria@lua.it