RECENSORE: Loriana Sperindio, .

Titolo: Donne dell’anima mia. Dell’amore impaziente, della lunga vita e delle streghe buone

Autore: Isabel Allende

Editore: Feltrinelli (Milano)

Anno edizione: 2020

Pagine: 175

ISBN: 978-88-07-03420-6

Dell’amore impaziente, della lunga vita e delle streghe buone

di Isabel Allende

Il libro di Isabel Allende, “Donne dell’anima mia”, è una ironica e appassionata  chiacchierata informale tra l’autrice e le donne,  tutte le donne. Attraverso le parole e le azioni delle figure femminili che hanno maggiormente segnato la sua vita la scrittrice affronta numerosi temi: la condizione della donna, il potere del patriarcato, le lotte per l’emancipazione, l’educazione delle bambine, le speranze per il futuro.
Temi che affronta partendo sempre dalle sue esperienze personali.
Vedere la madre, bella e piena di talento, ma in quanto donna in “condizione di svantaggio rispetto agli uomini della famiglia” fa nascere in Isabel bambina la determinazione all’indipendenza, in primo luogo in quella economica.
E alla rassegnata accettazione “da che mondo e mondo le cose sono state così,” della madre, Isabel può invece  dire di appartenere a “quella generazione di transizione tra le nostre madri e le nostre figlie e nipoti che immaginò e promosse la rivoluzione più importante del XX secolo (…) che ha riguardato metà della popolazione mondiale, si è estesa fino a raggiungere milioni e milioni di persone e rappresenta la speranza più solida che la civiltà in cui viviamo possa essere sostituita da una più evoluta.”
Questa rivoluzione la scrittrice l’ha sostenuta attraverso le scelte della sua vita, crescendo insieme ad altre donne, acquistando consapevolezza e forza, senza rinnegare l’istinto femminile a circondarci di bellezza.  “Ci adorniamo il corpo e cerchiamo di fare lo stesso con il nostro ambiente. Abbiamo bisogno di un po’di armonia” senza rinnegare la passione sessuale, quella passione che le ha fatto fare “epocali stupidaggini” che sono medaglie al valore. Passione che continua indomita a coltivare: “Se non si tratta di cause che mi ossessionano come la giustizia, la difesa dei poveri o degli animali e, ovviamente, il  femminismo, quasi sempre è un colpo di fulmine a obnubilarmi.”
La scrittura è però la passione disciplinata della sua vita, ed è attraverso la  scrittura e le sue storie che ci fa conoscere donne importanti per lei e per noi; attiviste, politiche, poetesse, scrittrici ci parlano dalle sue pagine in un rimando costruttivo di pensiero e linguaggio. “Il linguaggio è molto importante perché determina il nostro modo di pensare. Le parole sono potenti.”
Per la scrittrice è venuto il momento di smontare le classificazioni, i ruoli predestinati. La vita è molto più complessa.
Questa narrazione, dal tono autobiografico, offre molti spunti di riflessione. Personalmente mi ha indotto a percorrere con occhi nuovi altri libri nei quali la scrittrice parla di sé. Nel “Il mio paese inventato” e in “Paula” ho ancor di più compreso le genesi del suo sentire, del suo essere donna impegnata e generosa, del suo amore tenace per la vita.
Per questo termino con le parole dell’autrice, parole rette dal verbo volere.
“Vogliamo un mondo gentile in cui regnino la pace, l’empatia, l’onestà, la verità e la compassione. E più di ogni altra cosa vogliamo un mondo allegro. A questo aspiriamo noi streghe buone.”

COME ASSOCIARSI

Diventa socio della Libera Università dell’Autobiografia
di Anghiari!

Una comunità di scrittori e scrittrici di sé e per gli altri.

Sostieni la LUA e scopri tutti i vantaggi di essere socio:

CONTATTI LUA
  • Piazza del Popolo, 5
    52031 Anghiari (AR)
  • (+39) 0575 788847
  • (+39) 0575 788847
  • segreteria@lua.it